La storia del Sito Del Sogno
Il Web è una grande manifestazione dell'aspirazione umana ad allargare gli orizzonti e la visione 
John Lennon avrebbe adorato lavorarci e giocarci!


Il tributo a John Lennon è la spina dorsale di questo sito. È nato spontaneamente in conseguenza di una serie di strane coincidenze che mi hanno fatto sentire una profonda affinità con John Lennon e un certo tipo di collaborazione predestinata con le sue idee e i suoi sentimenti e mi hanno permesso di firmare un foto-reportage, dirigere un filmato televisivo per la Rai; di fare una mostra, "Imagine", alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma (G.N.A.M) e di decidere di scrivere una biografia di Lennon.

Mi è successo di intervistare Ringo Starr in uno studio televisivo a Roma, Paul MacCartney a Venezia ad una conferenza stampa... poi sono quasi stata risucchiata a New York lo stesso giorno in cui John è stato ucciso... è così.

L'idea centrale di Lennon era: non delegare ad altri il tuo potere personale e non aspettarti che qualcun altro faccia qualcosa che tu senti o ti piacerebbe fare... non rimandare. 

<Si sa, quando decidiamo di fare una cosa, spunta subito fuori una resistenza, l'antagonista. Può venire da fuori o da dentro di noi (la pigrizia, la paura o la mancanza di energia). Dobbiamo accettare che sia così e andare oltre, o non cresceremo.

Le idee sono più potenti dei governi e delle regole prefissate... hanno un loro "corpo", una loro vita.

Lo stesso sito è prima di tutto un'idea, l'aspirazione a creare uno spazio esclusivo destinato a unire i sognatori in piccoli o grandi progetti e nella celebrazione dell'intima necessità di esprimersi.

Continuiamo a sognare!

Il Web è una grande manifestazione dell'aspirazione umana ad allargare gli orizzonti e la visione. John Lennon avrebbe adorato lavorarci e giocarci. Adesso tocca a noi.


La storia dei Beatles

Paul McCartney John Lennon George Harrison Ringo Starr

Originari di Liverpool, i Beatles nacquero grazie all'incontro, avvenuto nel 1957, tra John Lennon e Paul McCartney.

Su proposta di Paul a John, nel 1958 il chitarrista George Harrison entrò a far parte del gruppo e, nel gennaio del 1960, Stuart Sutcliffe, studente della stessa scuola d'arte frequentata da Lennon e MacCartney e grande amico di John, entrò come bassista; il gruppo fu chiamato The Beatles e, con l'aggiunta di Pete Best alla batteria, fece una prima tournée all'estero (in Germania) nell'agosto del 1960.

Sutcliffe lasciò il complesso nella primavera del 1961, dopo i concerti ad Amburgo, costringendo McCartney a passare dalla chitarra ritmica al basso. Nel frattempo, la notorietà dei Beatles crebbe e i loro concerti al Cavern Club di Liverpool cominciarono a registrare uno straordinario successo. Fu proprio in occasione di un'esibizione al Cavern che i Beatles furono notati da Brian Epstein, il quale propose ai quattro di diventare il loro manager.

Ringo Starr (nome d'arte di Richard Starkey) entrò a far parte stabilmente del gruppo nell'agosto del 1962. Con l'arrivo di Epstein, lo stile, le abitudini e presto anche i cachet della band cambiarono. Brian convinse George Martin a diventare produttore musicale del gruppo. Nell'ottobre dello stesso anno, uscì il primo singolo, Love Me Do, al quale fece seguito Please Please Me (1963) che raggiunse il secondo posto nella classifica dei dischi più venduti.
I Beatles, con il loro inconfondibile taglio di capelli (e per questo chiamati scopettoni, Moptops) che di lì a poco sarebbe diventato di moda in ogni angolo del mondo, erano pronti a entrare nella leggenda.

Nel 1964 i Beatles fecero la loro prima tournée oltreoceano; l'accoglienza negli Stati Uniti fu calorosa e la loro apparizione in un popolare programma televisivo, l'Ed Sullivan Show, fu seguita da circa settanta milioni di persone. Alla fine di marzo le loro canzoni dominavano tutte e cinque le prime posizioni delle classifiche dei dischi più venduti: un record senza precedenti.

Dal 1964 ogni attività intrapresa dai quattro di Liverpool, concerti o film come A Hard Day's Night (1964) e Help (1965), si trasformò in uno strepitoso successo: un'intera generazione prese a vestirsi, a pettinarsi e a muoversi come i Beatles; scene di delirio accompagnavano ogni loro apparizione in pubblico. Con la colonna sonora di Help! lo stile del gruppo si fece più maturo, le musiche si arricchirono di disparate influenze (tra cui la musica popolare, quella classica e il pop), e i testi si fecero più impegnati.
Il raggiungimento della grande notorietà provocò non pochi problemi di sicurezza che emersero in modo particolare durante i tour; i concerti si fecero via via più rari e, il 29 agosto 1966, il complesso si esibì nel suo ultimo concerto pubblico al Candlestick Park di San Francisco.

Ritiratisi negli studi d'incisione i Beatles produssero un singolo, Penny Lane/Strawberry Fields Forever (1967; l'album Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band (1967), che richiese più di settecento ore di prove, una banda d'ottoni, un'orchestra; un disco straordinario e ricco di contenuti, citazioni psichedeliche e lisergiche e di sperimentazione.

La separazione del gruppo iniziò con una prima rottura avvenuta nel 1969, durante le riprese di Let It Be, un documentario realizzato contemporaneamente all'uscita dell'album omonimo; proseguì con il fallimento della colonna sonora di Yellow Submarine e con l'ultimo album in studio, Abbey Road (entrambi del 1969); fu infine sancita legalmente il 10 aprile 1970. Nonostante i disaccordi e le attività separate di ciascun membro del gruppo, le canzoni create nell'ultimo periodo di attività sono comunque bellissime: da Revolution a Hey Jude (entrambe del 1968), da Here Comes the Sun (1969) a The Long and Winding Road (1970).

Dopo lo scioglimento, i Beatles continuarono la loro attività individualmente. Paul McCartney e John Lennon, da sempre le menti del gruppo, continuarono a riscuotere un grande successo. Lennon, con la moglie Yoko Ono, si schierò su posizioni pacifiste; l'artista mantenne tuttavia una certa distanza rispetto ai grandi movimenti di contestazione contro la guerra del Vietnam, che pure avevano eletto le sue canzoni, come Imagine, a simbolo della protesta.

Lennon fu assassinato a New York l'8 dicembre 1980. Il 4 dicembre 1995, grazie a un'abile operazione tecnologico-commerciale, con il nome dei Beatles venne lanciato il singolo Free as a Bird: la canzone era stata ricostruita con brani di una registrazione, eseguita da John Lennon nel 1977, alla quale erano state aggiunte nuove parti degli altri tre membri del gruppo. Anche Real Love (1996) è il risultato di un'analoga operazione.

Nel 2000 il gruppo ha pubblicato un nuovo CD dei Beatles, "1", che contiene 27 singoli che al tempo si piazzarono primi nelle classifiche inglesi e americane, cheha stabilito un primato di vendite assoluto.
Bestseller anche "The Beatles Anthology", primo interessantissimo libro autobiografico del gruppo, pubblicato nell'Ottobre 2000, la prima autobiografia dei Beatles; nuove foto dagli album di famiglia, documenti, commenti e dichiarazioni inedite.




INIZIO PAGINA

Home | Site Map | Tributo a John Lennon | Galleria Fotografica | Curriculum e Foto | Thou Art Journal | Bacheca | Testi e Poesie | Immagini di Lennon e dei Beatles | Discografia | Filosofia | Libri | Link Utili | Guestbook | Forum


Copyright © 2000 - 2015 Thou Art All Rights Reserved